Dietro le rispettabili apparenze. I disturbi depressivi nella prospettiva relazionale

 27.00  22.95

Anno: 2003
Editore: Franco Angeli
Autore: Juan Luis Linares , Carmen Campo
Argomento: Psicoterapia familiare e sistemica

Tag: , , ,

Descrizione

Oltrepassare la facciata dei conflitti dietro cui si nascondono molti depressi ed esplorare l’universo di relazioni che si crea, assai meno idilliaco di quanto suggeriscano le apparenze, è quanto gli autori di questo testo propongono di fare nella cura dei depressi.

Il depresso accede alla propria condizione di “paziente emblematico” della psichiatria a partire da un eccesso di richieste e di squalifiche che lo rendono estremamente sensibile al giudizio altrui.

Defraudato nelle sue aspettative, sia nella famiglia di origine che nella coppia, la sua mancanza di speranza si traduce in senso di colpevolezza, ma anche di ostilità nascosta. Spinto dalla necessità di offrire un’immagine di rispettabilità, tende a presentarsi come malato “organico” piuttosto che come soggetto di giochi relazionali dominati da carenze e privazioni. E se l’inesorabile dinamica di svalutazione lo condurrà all’atto suicida, invierà messaggi coerenti con la sua bassissima autostima insieme ad altri che trasmettono al suo entourage ostilità e colpa.

Il distimico produce i propri sintomi in contesti dominati dalle triangolazioni manipolatorie, nelle quali impara a muoversi tra coalizioni transgenerazionali e perdite relazionali rilevanti. Attuando una “manipolazione” dei propri sintomi, si costringe a continui giochi simmetrici che lo immergono nella cronicità e che contemporaneamente ne diminuiscono la credibilità negli ambienti psichiatrici.

Da queste considerazioni si sviluppa questo testo, che si propone di aiutare i terapeuti familiari e, in generale, gli operatori del settore della salute mentale a conoscere le caratteristiche relazionali della depressione e della distimia, illustrando concetti e strumenti per arricchire le risorse terapeutiche.